Scoprire la propria essenza

IMG_9864

Questo articolo è dedicato a chi ha bisogno di cambiare direzione della sua vita, chi ha bisogno di riconoscere se stesso e capire la propria matrice. Penso sia uno dei momenti più difficili perché non bisogna per alcuna ragione mentire a se stessi. Quante volte ci si imbatte nel trovare la forza per percorrere una strada che in realtà ci allontana sempre più da noi stessi, quante volte durante questo percorso si cade e con difficoltà ci si alza? Il punto è capire cosa differenzia la determinazione dalla realizzazione. A volte si perseguita un obiettivo solo per mostrare determinazione agli occhi di chi ci sostiene. Nessun tragitto di vita è semplice, la realtà è questa. La realizzazione personale invece comporta un processo cognitivo di consapevolezza del proprio valore ed è rappresentazione pratica delle aspirazioni personali. La vita è in continuo divenire, la conoscenza di noi stessi si evolve e bisogna avere il coraggio di ammettere a noi stessi chi siamo, senza nasconderci dietro ad una interpretazione di un personaggio. Vestire i panni di qualcun altro è una mancanza di rispetto per noi stessi.

IMG_9862.jpg

Riconoscersi, sapersi distinguere, amarsi per le proprie capacità, per le imperfezioni  è la strada della felicità. Avere il coraggio di rispettare le nostre capacità e far emergere la nostra personalità è il primo passo per la realizzazione personale. Spogliarsi dalle sovrastrutture implica un cambiamento interiore, una evoluzione personale, una spinta primordiale di sopravvivenza. Scoprire noi stessi significa fare un passo indietro e ripercorrere il momento in cui si amava noi stessi e si esternava la nostra essenza. Una volta ottenuta la  cognizione della propria persona si applica il passaggio evolutivo di maturazione e consapevolezza. Tutto questo percorso è spesso derivato da una variabile che irrompe nella nostra vita o da un lungo processo di ricognizione che viene mosso da una spinta interiore contro l’alienazione. Spesso le maschere vengono portate per paura di ammettere chi siamo, per proteggere noi stessi dalla società pressante e dal giudizio. Il ciclo dell’insoddisfazione creerà una centrifuga di sentimenti in grado di togliere ogni forma di ascolto verso la nostra essenza. Il segreto è essere se stessi e avere ogni giorno curiosità di scoprirsi con coraggio e coerenza verso la nostra persona.

IMG_9841

Martina Raschi

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...